Istituto Tecnico Statale Pietro Cuppari - Jesi (AN)
Economico - Tecnologico
Cuppari-Salvati
voce menù HOME
voce menù L'ISTITUTOespandi
voce menù INFORMAZIONIespandi
voce menù URP - CONTATTI
voce menù DOCENTIespandi
voce menù STUDENTIespandi
voce menù QUALITÀ - SGQ
voce menù NEWS
voce menù PCTOespandi
voce menù PRODUZIONIespandi
voce menù FORMAZIONEespandi
voce menù DIPLOMATIespandi
voce menù ICDLespandi
voce menù ALBUM
voce menù RECENSIONIespandi

Link a pagina YouTube Istituto

Settore Tecnico
Link a pagina facebook Istituto
link a pagina Instagram Istituto

Settore Professionale
Link a pagina facebook Istituto
link a pagina Instagram Istituto

Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari Cuppari

Associazione David Carelli

Link a Associazione Oikos

Associazione Volere Volare


Web counters


 

VIDEOTECA

Film presenti nell'Istituto - a cura del prof Michele Contadini

Elenco dei film in vari supporti (videocassetta/dvd) disponibili nella videoteca di Istituto.


Cerca:
(la parola o la frase inserite verranno cercate in tutti i campi testo della scheda)

supporto: sede:

genere: tematiche: destinatari:

ordinamento:

record per pagina:


Questa è la pagina 14 di 39

Numero di recensioni: 191


Titolo: Il Decalogo (7-8-9-10)
Regista: Krzysztof Kieslowski
Supporto: VHS - Scaffale: A - Posizione: 46 - Sede: Ragioneria
Anno: 1988 - Paese: Polonia - Durata (minuti): 165
Trama: Decalogo 7 (Dekalog, siedem) - Non rubare Decalogo 8 (Dekalog, osiem) - Non dire falsa testimonianza Decalogo 9 (Dekalog, dziewiec) - Non desiderare la donna d'altri Decalogo 10 (Dekalog, dziesiec) - Non desiderare la roba d'altri
Genere: Drammatico - Tematica: Senso vita - Destinatari: + 14

Titolo: Il diritto di contare
Regista: Theodore Melfi
Supporto: DVD - Scaffale: D - Posizione: 187 - Sede: Ragioneria
Anno: 2017 - Paese: Usa - Durata (minuti): 127
Trama: Nella Virginia segregazionista degli anni Sessanta, la legge non permette ai neri di vivere insieme ai bianchi. Uffici, toilette, mense, sale d'attesa, bus sono rigorosamente separati. Da una parte ci sono i bianchi, dall'altra ci sono i neri. La NASA, a Langley, non fa eccezione. I neri hanno i loro bagni, relegati in un'aerea dell'edificio lontano da tutto, bevono il loro caffè, sono considerati una forza lavoro flessibile di cui disporre a piacimento e sono disprezzati più o meno sottilmente. Reclutate dalla prestigiosa istituzione, Katherine Johnson, Dorothy Vaughan e Mary Jackson sono la brillante variabile che permette alla NASA di inviare un uomo in orbita e poi sulla Luna. Matematica, supervisore (senza esserlo ufficialmente) di un team di 'calcolatrici' afroamericane e aspirante ingegnere, si battono contro le discriminazioni (sono donne e sono nere), imponendosi poco a poco sull'arroganza di colleghi e superiori. Confinate nell'ala ovest dell'edificio, finiscono per abbattere le barriere razziali con grazia e competenza.
Genere: Biografico - Tematica: Riscatto - Destinatari: tutti

Titolo: Il discorso del re
Regista: Tom Hooper.
Supporto: DVD - Scaffale: C - Posizione: 153 - Sede: Ragioneria
Anno: 2010 - Paese: Regno Unito - Durata (minuti): 114
Trama: Nel 1925 il principe Albert, Duca di York e secondo figlio di re Giorgio V, tiene il discorso di chiusura all'Empire Exhibition allo stadio di Wembley di Londra. Un evidente problema di balbuzie è fonte di grande disagio per il Principe e suscita forte imbarazzo nelle migliaia di persone presenti allo stadio. Dopo aver sperimentato svariate terapie e consultato numerosi logopedisti senza evidenti miglioramenti, il Principe sceglie di rinunciare a tenere in futuro altri discorsi in pubblico. In qualità di figlio cadetto, il suo ruolo è secondario e gli lascia spazio da dedicare alla famiglia. Solo con la moglie Elizabeth e le figlie Margaret ed Elizabeth (la futura Elisabetta II), ancora bambine, il problema della balbuzie sembra dimenticato. Diversamente avviene in presenza del padre, Re Giorgio V, il cui temperamento autoritario sembra enfatizzare i già evidenti problemi di linguaggio del principe. La Duchessa di York si reca un giorno nello studio di Lionel Logue, terapeuta di origine australiana esperto nei problemi del linguaggio. Presentandosi sotto falso nome, la duchessa chiede di poter sottoporre il marito al metodo messo a punto da Logue. Il Principe accetta di incontrarlo, ma è profondamente sfiduciato: non vorrebbe sottoporsi all'ennesima terapia fallimentare. Per convincerlo della validità del proprio metodo, Logue gli chiede di leggere ad alta voce un passo dell'Amleto di cui proprio Lionel era appassionato, facendogli contemporaneamente ascoltare in cuffia musica a tutto volume. Il paziente, pur infastidito, esegue e Logue ne registra la voce. Ma il Principe spazientito interrompe la seduta e se ne va, accettando però di portare con sé la registrazione appena eseguita. Solo in un secondo tempo, dopo avere ascoltato il disco -in cui inaspettatamente il brano dell'Amleto è declamato in modo fluente- il Principe accetta di sottoporsi alla terapia. Nella prima seduta, Logue stabilisce regole ben precise. In primo luogo chiede di poter instaurare con il paziente un rapporto confidenziale, senza regole di etichetta e formalismi: chiede di essere chiamato solo Lionel e di poter chiamare il Principe Bertie, soprannome fino ad allora usato solo in ambito familiare. Da quel momento, il Principe intraprende un elaborato percorso, fatto di esercizi di rilassamento muscolare e di controllo del respiro, esercizi di movimento della lingua e di pronuncia. Alla morte di Giorgio V, il principe di Galles sale al trono come re Edoardo VIII. La condotta del nuovo Re alimenta però grandi riserve: egli è intenzionato a sposare Wallis Simpson, un'americana già due volte divorziata. Albert mette in guardia il fratello: in quanto re e capo della Chiesa del Regno Unito non gli sarà concesso sposare una donna divorziata. Il rapporto tra Lionel e Bertie si fa sempre più stretto e confidenziale, e Logue prova a indagare le radici psicologiche del problema del Principe. Riemergono episodi personali, legati all'infanzia e all'adolescenza di Bertie, dai quali il logopedista intuisce l'origine della balbuzie. Logue è convinto che il Principe potrebbe essere un ottimo Re, nell'eventualità che il fratello Edoardo rinunciasse al titolo, e manifesta la propria opinione. Ma Bertie reagisce con fastidio a quello che ritiene un eccesso di confidenza e tronca il rapporto con lui. Come previsto, per amore della sua futura moglie re Edoardo abdica in favore del fratello, che viene designato Re con il nome di Giorgio VI. In qualità di sovrano di un grande impero, ora Albert non può più sottrarsi a incontri e discorsi in pubblico. Scusandosi, chiede a Logue di poter riprendere la terapia. Intanto fervono i preparativi per la cerimonia di incoronazione all'Abbazia di Westminster. L'arcivescovo Cosmo Lang non gradisce la presenza di Logue e fa svolgere indagini sul suo passato. Il Re scopre così che l'amico non è un vero medico, ma un attore fallito e lo affronta. Lionel risponde di non averlo mai tratto in inganno: egli non ha mai vantato lauree o titoli accademici, dichiarandosi sempre solo un "esperto in terapia del linguaggio". La sua è un'esperienza acquisita sul campo con anni di lavoro, tra cui quello svolto subito dopo la Grande Guerra coi numerosi soldati che presentavano problemi del linguaggio, evidentemente per effetto dei gravi traumi subiti. Bertie gli concede di nuovo fiducia e la cerimonia di incoronazione si svolge senza problemi. Al momento della dichiarazione di guerra alla Germania del 1939, Giorgio VI convoca Logue a Buckingham Palace per preparare il discorso alla nazione da trasmettere via radio. Nonostante la difficoltà del momento e la grande emozione, Logue riesce a calmare il Re e gli rimane a fianco durante la lettura del discorso, accompagnandolo con gesti ritmici e aiutandolo con lo sguardo a mettere in pratica le tecniche imparate. Il discorso è un successo e suscita un forte impatto emotivo. Dopo aver ringraziato Logue per il suo aiuto, il Re si affaccia al balcone di Buckingham Palace con la moglie e le figlie, per salutare le migliaia di persone accorse per applaudirlo.
Genere: Biografico - Tematica: Cambiamento - Destinatari: tutti

Titolo: Il fondamentalista riluttante
Regista: Mira Nair
Supporto: DVD - Scaffale: D - Posizione: 175 - Sede: Ragioneria
Anno: 2013 - Paese: USA - Durata (minuti): 128
Trama: Changez è un giovane pakistano, brillante analista finanziario che lavora a Wall Street e si vede l’esistenza stravolta dopo i tragici accadimenti dell’11 settembre 2001. Resta allora coinvolto in un conflitto tra il suo personale “sogno americano”, una crisi internazionale e il richiamo perenne della patria e della sua famiglia.
Genere: Drammatico - Tematica: Identità - Destinatari: + 14

Titolo: Il fuggitivo
Regista: Andrew Davis
Supporto: VHS - Scaffale: B - Posizione: 47 - Sede: Ragioneria
Anno: 1993 - Paese: Usa - Durata (minuti): 130
Trama: Chicago. Il noto chirurgo Richard Kimble, felicemente coniugato con la bella e amata Helen, dopo un'operazione d'emergenza in ospedale torna a casa e sorprende un intruso con un braccio artificiale, che lo aggredisce e riesce a fuggire, e trova poi la moglie col cranio fracassato, che gli muore fra le braccia. Poiché sulla porta di casa non ci sono segni di effrazione, né si trova traccia del monco, e Richard è l'unico erede della ricchissima Helen, al processo viene giudicato colpevole dell'assassinio della moglie, e condannato a morte, nonostante sia stata registrata una chiamata alla polizia della donna morente, che parlava di un aggressore. Durante il trasporto al penitenziario, Kimble si trova con altri detenuti, i quali, per fuggire, fanno sbandare il furgone cellulare, che si scontra sui binari con un treno in arrivo. Salvatosi miracolosamente nel pauroso incidente, Richard scappa, mettendosi alla ricerca del vero assassino. Il Marshal Samuel Gerard assume la direzione delle indagini, e con la sua squadra è ben deciso a riconsegnare il fuggiasco alla giustizia.
Genere: Thriller - Tematica: Giallo - Destinatari: tutti


pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 pagina successiva

Registro On Line
Link a pagina Pago in Rete
Link a Ammnistrazione Trasparente corrente
Link a Amministrazione Trasparente fino al 13-02-2018

Link a Pubblicità Legale corrente
Link a pubblicità legale fino al 13-02-2018

Progetti PON 2014-2020

Progetto territoriale orientamento 2014-2020

Ministero dell'Istruzione

Link a Progetto CULTURE@LABJ

Link a Progetti finanziati con legge 440

link a Cambridge assesment partner

Test Center ECDL

Torna su
IIS "Cuppari - Salvati" - Jesi - c.m. ANIS022006 - c.f. 92044870423 - URP contatti - Privacy - Accessibilità